Mik Cosentino: l’intervista su come è nato Online

mik cosentino intervista

Mik Cosentino come hai iniziato il tuo percorso?

Sei partito dal nulla?

Sono partito un po’ per caso perché ho sempre nuotato, non sapevo vendere, non sapevo scrivere in chiave di vendita, ero pure timido a parlare con le persone.

Per dirti, ero il classico ragazzo che se si perdeva per strada aveva anche fatica a chiedere le indicazioni.

Mai avrei pensato che avrei parlato davanti a migliaia e migliaia di persone.

Però tutto è partito da un’esigenza che mi ha portato dove sono oggi.

 

L’inizio online di Mik Cosentino nel lontano 2013

Il grande momento di svolta l’ho vissuto nel lontano 2013 quando ancora nuotavo e ricordo come fosse oggi l’istante in cui mi sono ritrovato con il culo per terra.

E la situazione di stallo che si stava verificando si è protratta fino al 2014 quando di fatto c’è stato un aneddoto che mi ha spinto a creare tutto quanto vedi oggi e partire nel mondo online.

Come ti stavo dicendo io all’epoca nuotavo e mi mantenevo con i soldini del rimborso spese che ricevevo all’epoca anche perché ero il terzo delfinista più forte d’Italia.

Purtroppo però ero reduce da un grave infortunio che mi aveva fatto perdere un sacco di posizioni, mi ha fatto perdere un sacco di anni e in questo frangente io crescevo d’età e allo stesso tempo crescevano pure le giovani leve che mi mettevano la mano davanti vuoi o non vuoi, così ho iniziato ad arrivare quarto, quinto quindi ero fuori dal podio purtroppo.

Non ero più quell’atleta che poteva percepire questi soldini, questo rimborso spese e quindi di punto in bianco mi sono trovato tagliato fuori e me l’hanno detto pure senza troppi giri di parole, e non ti nego che ci sono rimasto molto male. Mi sono visto come abbandonato.

 

Però ad oggi ti dico che quella è stata la cosa giusta perché mi ha permesso di fare un grande salto di qualità.

Ovviamente non sputo sul piatto nel quale ho mangiato e ci tengo proprio a dirlo anche perché non voglio che si pensi “a no a sputa nel piatto dove mangia”. No no assolutamente! Però sai quando sei giovane ti dicono “a domani non prendi più soldi…” la prendi male no? Perché poi tutto il tuo mondo crolla e anzi probabilmente se non avessi mai avuto questo shock non sarei mai diventato quello che sono oggi.

Quindi ringrazio anche di aver vissuto questa esperienza.

 

Infatti oggi sono Mik Cosentino – creatore di InfomarketingX

mik cosentino InfomarketingX

Ma il peggio è arrivato quando da un giorno all’altro mi sono ritrovato senza niente a Roma con mio fratello. Avevamo appena preso una casetta in affitto senza però aver fatto i conti senza l’oste. Infatti la notizia del “purtroppo non possiamo riconoscerti alcun rimborso spese” è arrivata dopo che avevo firmato il contratto di affitto.

Al che ho detto: “adesso come diavolo faccio?

E allora ho iniziato a cercare on-line se ci fosse qualcosa che avrebbe potuto insegnarmi, insomma come fare in qualche modo soldi perché mi servivano per pagare le bollette, per mantenermi, per pagare quello che era l’affitto e mi sono imbattuto in tutti questi ragazzini che facevano un sacco di soldi in America.

Cioè vendevano – tipo ti faccio un esempio – corsi su come cucinare la pizza, corsi su come vincere ai videogames …cioè tutte ste robe proprio assurde che io non avrei mai detto che ci sarebbero state delle persone in grado di pagare per informazioni del genere!

Quindi ho detto: “Forse lo stronzo che non ci ha capito niente sono io!

E allora ho detto: “Fammi vedere che cosa fanno…” e quindi ho iniziato così, cioè emulando, nel senso guardando un po’ quello che loro facevano.

 

Anche Mik Cosentino è stato scettico sui corsi online

E’ vero ero molto scettico fino a che un giorno, il giorno del mio compleanno (era novembre 2013) mi compare una campagna pubblicitaria di uno che vendeva un corso che secondo me mi sarebbe servito a capire come acquisire clienti on-line.

Io all’epoca facevo un’attività di network marketing che mi sembra niente rispetto a quello che faccio oggi, però in qualche modo mi dava un po’ da vivere e quindi dissi “ok questo corso mi può aiutare”. E il giorno del mio compleanno quando mio padre, mio fratello e mia madre mi chiedono “Cosa vuoi per il compleanno?” Io dissi: “Guarda voglio questo corso e costa $97” e loro mi dissero – guardi la frase non la dimenticherò mai perché poi è la classica obiezione che la maggior parte delle persone mi dicono oggi.

Infatti mio padre mi disse: “Ma secondo te se questi hanno capito come fare soldi te lo vengono a raccontare a te?” E io dissi: “Guarda papà non lo so, però io questo voglio come regalo di compleanno. Se me lo volete fare bene, se no fa niente pazienza.

Fatto sta che a mezzanotte mi arrivano i dati di accesso di questo corso e quindi ero felicissimo! Iniziai a studiare questo corso, e tra l’altro questo corso non era nulla di che però aveva una cosa interessante perché aveva un programma di affiliazione.

Cosa vuol dire?

Significa che a tutti i clienti davano la possibilità di promuovere attraverso delle campagne pubblicitarie Facebook questo corso, e per ogni persona che avrebbe acquistato tramite la mia campagna pubblicitaria io avrei guadagnato il 50% quindi $50, $49 una cosa del genere.

E quindi io per gioco iniziai, nel senso che andai su YouTube a vedere un po’ di video su come si dovevano fare queste campagne pubblicitarie perché all’epoca non avevo idea di come si facesse.

Perciò partii con €5 al giorno di pubblicità che all’epoca mi sembravano un’infinità! Facevo proprio i calcoli. E dicevo: “No è troppo! Cioè se poi questi soldi non entrano che dico a mamma e papà!

Ed anche questa oggi è la classica falsa credenza che le persone hanno quando si approcciano a questo mondo senza conoscerne i giusti meccanismi.

Fatto sta che dopo il primo mese avevamo visto che c’erano arrivati €200 di commissioni!


I primi 200€ guadagnati online di Mik Cosentino

E dissi: “Aspetta ma com’è possibile? Cioè ho fatto la campagna un giorno e poi non ho fatto più niente… Mi ero anche dimenticato…” E allora mi ero detto: “Ok vabbè facciamo finta di non aver preso niente. Non ritiriamo neanche questi soldi e rimettiamoli in campagne pubblicitarie.”

E quindi rimisi questi miei primi €200 in campagne pubblicitarie e alla fine del mese facciamo tipo €600 di commissioni. E quindi replicai ancora una volta e misi 600€ e arrivarono 1200€ di commissioni.

Sembrava una cosa assurda!

Si pazzesco! Fatto sta che a un certo punto mi ero reso conto che da questa compagnia americana mi era arrivata una notifica con scritto: hai guadagnato più o meno 5000, $6000 di commissioni.

Al che ho pensato: “Sì cavolo aspetta un attimo! Se io ho preso $6000 di commissioni su un prodotto che non è mio, su cui io non ho il controllo… Figurati se fosse stato mio. Cioè se questo corso fosse stato mio, io avrei potuto fare €12000”

Cazzo!! €12000 sono e invece no!

Da lì vidi questa situazione come un qualcosa di allucinante perché mi sembrava impensabile aver trovato un modo per mettere in leva il denaro, al ché allora da lì iniziai a dire: “Ok fammi capire come si creano questi programmi, come si creano gli infoprodotti, come si creano gli ebook e queste cose qua” e mi misi a capofitto a studiare.

Ad oggi sulla base degli studi fatti e dell’enorme applicazione sul campo ho dato vita ad un meccanismo che riesce ad aiutare le persone come me nel lontano 2014 a crearsi una propria realtà online.

Infatti ne parlo nel dettaglio cliccando sul pulsante qui sotto.


Penso che dopo tutto quello visto fino adesso in merito la mia storia e questo spezzone estrapolato dall’intervista fatta per Corsia 4, sia utile scendere più nel dettaglio e vedere passo passo tutta la mia trasformazione.

Quando dico che sono partito da zero, con questo contenuto ne si ha la prova tangibile.

Infatti ho rivelato come ho guadagnato i miei primi 200€ online e come ho approfondito il discorso creando quello che oggi è InfomarketingX.

Non mollare di fronte le prime difficoltà.

Fai come Mik Cosentino e realizza i tuoi sogni!

Al tuo successo.

Miracle Morning: 4 Step Per Migliorare La Tua ROUTINE Mattutina (la mia morning routine)

routine mattutina

Miracle Morning: 4 step per migliorare la tua ROUTINE mattutina (la mia morning routine)

Ebbene è importante anche la routine mattutina.

Come iniziamo la giornata determina il resto della giornata.

Pertanto ecco quello che vedremo insieme in questo contenuto:

– l’importanza di andare a dormire allo stesso orario e svegliarsi allo stesso orario (è l’essenza del miracle morning)

– evitare l’utilizzo di dispositivi elettronici qualche ora prima di andare a nanna e cosa fare per bloccare gli schermi a luce blu – questi possono influenzare negativamente il sonno

– perché è importante sapere già cosa andremo a fare nella giornata successiva – pianificare le prossime azioni da fare rappresentano una pianificazione del successo

Questo e molto altro andremo a vedere nei meandri della “routine mattutina” e si tratta di una cosa molto discussa ma male applicata.

Infatti la cosa più intelligente che puoi fare adesso è:

Non servono chissà quali abitudini.

Sono sufficienti poche azioni ma fatte con costanza per vedere profonde trasformazioni attraverso il miracle morning.

Applicati e vedilo da te!

Al tuo successo,

Mik Cosentino

Tecnica Di Vendita – Quanto Vale Per Te Questo?

tecnica di vendita

Tecnica di vendita - quanto vale per te questo?

Prima di entrare nel vivo di questo video, iniziamo con una domanda molto semplice.

Quanto vale per te questo?

La domanda che ti ho appena condiviso rappresenta una tecnica di vendita che di base viene utilizzata nel mondo della vendita telefonica o comunque nella vendita in generale.

Ma perché è così importante saper vendere?

Per lo stesso motivo che ti condivido qui:

Visiona il materiale GRATUITO cosicché tu possa farti un’idea di quello che intendo dire.

Poi applicalo nel tuo caso specifico! 😎🔥

Al tuo successo,

Mik Cosentino

Opportunità Di Business: Supera La Paura Di PERDERE SOLDI Con Queste 3 Cose

opportunità di business

Opportunità di business: supera la Paura di PERDERE SOLDI con queste 3 cose

Ormai ho perso il conto delle volte in cui mi è stato chiesto “Mik ma tu non hai paura di perdere soldi?”

Ebbene si tratta di una semplice paura come un’altra che deve essere gestita quando si ha a che fare con le opportunità di business.

Infatti all’interno di questo contenuto andremo a vedere insieme come:

– gestire l’aspetto emotivo quando si hanno pochi soldi e come fare a superare il timore di rimanere senza quattrini anche facendo spese “necessarie” per vivere

– quali sono le regole del denaro che bisogna conoscere per capire “che gioco giocare” anche nel mondo delle opportunità di business

– l’importanza di non rincorrere i soldi in ogni dove ma fare in modo di farli lavorare per te anche partendo da zero

Questo e molto altro vedremo insieme nella pagina che ti si apre cliccando il pulsante qui sotto:

Al tuo successo!

Mik Cosentino